La collaborazione tra CFO e CIO per la crescita di Valore

La digital technology da strumento d’analisi e controllo si trasforma in strumento di conoscenza predittiva. L’innovazione diventa elemento fondamentale per la resilienza e il successo dell’azienda. La collaborazione e condivisione di strategie tra CFO e CIO, Finance e IT, è quindi essenziale per bilanciare i rischi e la crescita a breve termine con il valore a lungo termine.

Nell’ambito delle storiche dinamiche che interessano il CFO e la struttura Finance, e cioè la capacità di bilanciare rischio, crescita e valore, si sta inserendo una nuova variabile: il contributo offerto dall’innovazione tecnologica nell’individuare i prossimi e futuri cambiamenti e quindi nel dare indicazioni strategiche a medio-lungo termine.

Le applicazioni di Intelligenza Artificiale (AI) stanno impattando le funzioni e le organizzazioni finanziarie ben oltre le definizioni di contratti e gestione dei contenuti. Ma il raggiungimento degli obiettivi strategici dipende ancora dalle persone, dal loro coinvolgimento e collaborazione. In quest’ottica la collaborazione tra CFO e CIO è determinante per la realizzazione dei progetti aziendali, perché la capacità di mantenere e guadagnare quote di mercato oggi si alimenta dell’abilità di coniugare esigenze di business con risorse applicative e quindi del dialogo continuo tra CFO e CIO, tra il Finance e l’IT.

È una sfida per tutta l’azienda, non solo per i CFO. Là dove il modello è unidirezionale, verticale, dove i ‘silos’ non comunicano, si riscontreranno sempre più difficoltà: solo in un’ottica di sinergia saranno possibili risultati vantaggiosi e di successo. La mancanza di collaborazione, il prevalere delle istanze del CIO di orientarsi sulle “migliori soluzioni tecnologiche” o del CFO, di soddisfare i bisogni degli utenti Finance senza badare all’integrazione, va ormai contro gli interessi a breve, medio e lungo termine dell’azienda e dei partner. La collaborazione, il confronto e il dialogo tra le funzioni aprono la strada all’adozione di soluzioni che possono adattarsi alle esigenze dei singoli processi, ma al contempo creare integrazione orizzontale per il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Nel 2022, Workday ha condotto una survey globale su 1.060 aziende al fine di analizzare come i cambiamenti nei modelli di business e i trend emergenti legati alle nuove tecnologie stiano influenzando le dinamiche tra le funzioni Amministrazione-Finanza-Controllo (AFC) e Information Technology (IT). I risultati indicano che i Chief Financial Officer giocano un ruolo fondamentale nella guida della trasformazione digitale, essendo in grado di identificare le opportunità di valore all’interno dell’azienda e di indirizzare gli investimenti tecnologici verso le unità di business più promettenti.
La digitalizzazione, come emerso dalla survey, offre notevoli vantaggi nella gestione dei processi di approvvigionamento e nel miglioramento dei flussi informativi tra aziende, fornitori e clienti. Tuttavia, è chiaro che questi vantaggi possono essere massimizzati solo attraverso una stretta collaborazione tra CFO e CIO
.

Questa collaborazione è essenziale per diversi motivi:.

Consulenza tecnologica avanzata

I CFO possono beneficiare enormemente dalla consulenza dei CIO su quali tecnologie siano più adatte a supportare le esigenze finanziarie e commerciali dell’azienda. I CIO hanno una conoscenza approfondita delle soluzioni tecnologiche disponibili e delle loro applicazioni pratiche, il che li rende partner preziosi nella pianificazione e nell’implementazione dei progetti finanziari.

Comprensione strategica condivisa

Collaborare con i CIO consente ai CFO di avere una comprensione più approfondita delle strategie aziendali e delle implicazioni tecnologiche associate. Questo allineamento strategico è cruciale per garantire che gli investimenti tecnologici supportino efficacemente gli obiettivi finanziari a lungo termine dell’azienda.

Valutazione dei rischi e delle opportunità

Lavorando insieme, i CFO e i CIO possono valutare meglio i rischi e le opportunità associate all’adozione di nuove tecnologie. Questa valutazione congiunta consente di mitigare i rischi potenziali e di massimizzare i benefici derivanti dall’innovazione tecnologica.

Ottimizzazione dei processi

La collaborazione tra le funzioni AFC e IT consente di ottimizzare i processi aziendali, riducendo i tempi di esecuzione, migliorando l’efficienza operativa e aumentando la produttività complessiva dell’azienda. L’automazione dei processi finanziari e l’integrazione dei sistemi informativi possono portare a significativi risparmi di tempo e risorse.

Agilità e adattabilità

In un ambiente aziendale in rapida evoluzione, è fondamentale che le funzioni AFC e IT lavorino insieme per garantire che l’azienda sia agile e in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato e alle nuove opportunità. La collaborazione tra CFO e CIO favorisce un approccio più flessibile e reattivo alla gestione delle risorse e alla pianificazione finanziaria.

Esiste poi un ulteriore aspetto che spinge verso una collaborazione sempre più stretta tra le aree Finanza e IT: il cybercrime. Considerando che la gestione degli asset finanziaria è oggi largamente supportata da soluzioni software è essenziale proteggere con estrema attenzione il patrimonio di dati circolante in azienda. Questa missione è cruciale se si pensa che, secondo il Rapporto Clusit 2024 (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica) gli attacchi informatici nel 2023 sono cresciuti a livello globale rispetto all’anno precedente.
In Italia, in particolare, si è registrato un incremento del 65% degli attacchi gravi.
Nello specifico, gli attacchi DDoS hanno sorpassato il malware come tecnica predominante nel panorama italiano, registrando una notevole crescita del 1486%.

In sintesi, la partnership tra CFO e CIO è essenziale per massimizzare i benefici della trasformazione digitale e per garantire il successo a lungo termine dell’azienda. La combinazione delle competenze finanziarie e tecnologiche di queste due figure chiave consente di affrontare sfide complesse e di sfruttare appieno le opportunità offerte dalle nuove tecnologie.